Reiss Motivation Profile® Motivazione e comfort zone

29 maggio 2019by Letizia Rosas

Quando chiedo ai miei clienti cosa sia la “zona di comfort” il 90% di loro mi risponde «è la zona nella quale resto per evitare le difficoltà». È una risposta intuitiva e corretta.

La zona di comfort (in inglese comfort zone) è una sorta di “nido” costruito in base alle nostre esperienze e convinzioni, che racchiude tutto ciò che è per noi certo, comodo, conosciuto. Ognuno di noi costruisce decine di zone di comfort: in famiglia, sul lavoro, nelle relazioni interpersonali. Ci sono individui, tuttavia, che hanno un Bisogno di Tranquillità talmente alto – come direbbe il Dr. Steven Reiss –  da costruire delle vere e proprie gabbie, in cui si rinchiudono per avere la sensazione di essere al sicuro.

La funzione della comfort zone è quella di evitare rischi, dolore, disagio e di avere il pieno controllo delle situazioni; in queste zone, infatti, accade esclusivamente ciò che ci aspettiamo. Restare in questo nido è inizialmente fonte di serenità, ma diventa, a lungo andare, causa di frustrazione.

Quante volte ti trovi a pensare che il tuo lavoro sia poco stimolante e che vorresti maggiori soddisfazioni, o che vorresti fare cose nuove e vivere in maniera diversa, più interessante? Troppo spesso per evitare l’ansia e la paura date dalla novità, rimaniamo bloccati in quella gabbia dorata che è la zona di comfort.

Ogni qualvolta facciamo qualcosa di nuovo, di sconosciuto, qualcosa che ci mette alla prova e percepiamo una sensazione di nodo allo stomaco, di paura, stiamo entrando nella cosiddetta “zona di apprendimento” e ci stiamo dando una grande possibilità di crescita.

Questo spostamento è estremamente importante, poiché quando siamo costretti ad improvvisare, ad attingere a tutte le nostre potenzialità latenti e a spostare i nostri limiti, attiviamo i processi di apprendimento generati dall’esperienza, sia essa del successo o del fallimento.

Per alcuni individui, tuttavia, affrontare il cambiamento e fare qualcosa di nuovo, può sembrare estremamente difficile ed è proprio qui che entra in gioco la conoscenza dei 16 bisogni fondamentali dell’individuo, ottenuta tramite il Reiss Motivation Profile®.

Scoprire le tue leve motivazionali dominanti, può essere la chiave di svolta per essere finalmente in grado di gestire le novità e prendere in mano la tua vita! Diventare consapevole di cosa è davvero importante per te e per la tua felicità, ti permette inoltre di evitare di muoverti alla cieca, facendo mille tentativi e ti rende subito chiaro quale direzione sia più adatta al tuo carattere e al tuo modo di vedere le cose.

Reiss Motivation Profile® e Coaching ti offrono una combinazione unica di Domande, Tecniche di cambiamento e Strumenti per valutare ogni aspetto della tua vita e della tua professione, contattami per saperne di più!

Letizia Rosas

Visit us on social networks:

Visit us on social networks:

Copyright by Letizia Rosas PIVA 02649000904. All rights reserved.

Copyright by Letizia Rosas PIVA 02649000904. All rights reserved.