Reiss Motivation Profile® Perchè fai ciò che fai

29 maggio 2019by Letizia Rosas

Quanti e quali sono i bisogni dell’essere umano?

Se hai partecipato a qualche corso di crescita personale o hai frequentato qualche motivatore, avrai sicuramente sentito parlare della piramide degli 8 bisogni, proposta da Abraham Maslow nel suo articolo del 1943 “A Theory of Human Motivation”. Secondo questa teoria, in parte mutuata dall’induismo, le 8 spinte motivazionali sarebbero consequenziali: prima di poter soddisfare quella che si trova un gradino più in alto devo soddisfare la precedente e quindi, ad esempio, prima di occuparmi della mia sicurezza (fisica, economica etc.) dovrò soddisfare i miei bisogni fisiologici, prima di passare al bisogno di relazioni dovrò sentirmi sicuro e così via…

Ovviamente, nonostante la semplificazione, la teoria di Maslow appare estremamente riduttiva e semplicistica. Ci basta l’intuito, infatti, per capire che non tutti gli esseri umani sono spinti all’azione – e quindi motivati ad agire – dalle stesse leve, dagli stessi bisogni. Tutti conosciamo persone particolarmente golose, che programmano dalla mattina ciò che mangeranno a cena e persone che mangiano solo per nutrirsi e possono tranquillamente saltare i pasti. Allo stesso modo alcuni di noi sembrano particolarmente timidi o insicuri e altri risultano spavaldi e impavidi… Come mai siamo così diversi, se tutte le nostre azioni sono dirette alla soddisfazione della gerarchia dei bisogni teorizzata da Maslow?

La spiegazione ci arriva dal Dr Steven Reiss, Psicologo, Professore presso la Ohio State University e presso l’Università dell’Illinois di Chicago, Membro della American Psycological Association, il quale, riconosciuto a livello internazionale come esperto dei disturbi legati all’ansia, a seguito della scoperta di una malattia che lo avrebbe portato alla morte, iniziò a comportarsi in maniera del tutto singolare e totalmente lontana dalla teoria dei bisogni di Maslow e rispetto all’immagine che Reiss stesso aveva di sé. Iniziò quindi ad interrogarsi su cosa lo spingesse ad agire in un modo così diverso da come avrebbe potuto prevedere e trascorse gli ultimi venti anni della sua vita a studiare analiticamente i SEDICI bisogni degli esseri umani, da lui definiti “Motivi di Vita”.

Partendo dall’osservazione e dallo studio analitico dei bisogni fondamentali di un campione di suoi studenti, il Dr Reiss creò l’unico metodo scientifico al mondo di profilazione della motivazione dell’essere umano, basato su studi scientifici e scientificamente validato: il Reiss Motivation Profile®.

Potere, Indipendenza, Curiosità, Riconoscimento, Ordine, Risparmio, Onore, Idealismo, Relazioni, Famiglia, Status, Vendetta, Bellezza, Cibo, Attività Fisica, Tranquillità. Questi i sedici bisogni, presenti in ogni individuo, non solo nel mondo occidentale, ma in tutti i Paesi in cui il metodo è diffuso. Dagli Stati Uniti all’India, passando per Europa e Russia, ogni essere umano soddisfa, PIÙ VOLTE AL GIORNO – altra innovazione rispetto alla teoria di Maslow – tutti i sedici bisogni, ma solo in base alla forza di ogni determinato Motivo di Vita.

Le leve motivazionali, infatti, non hanno la stessa intensità in ogni individuo e io stessa, ad esempio, ho un Bisogno di Curiosità e di Ordine molto più forte rispetto ad alcuni colleghi e un bisogno di Famiglia e di Riconoscimento più basso rispetto ad altri.

A differenza dei test di personalità “convenzionali”, che descrivono principalmente il comportamento delle persone, il RMP® fornisce una vista al di sotto della superficie dei modelli comportamentali umani, identificando quali motivazioni rappresentano la forza trainante delle nostre azioni in ogni aspetto della vita, offrendoci la possibilità di analizzare i tratti distintivi della motivazione dell’individuo profilato e consentendoci di comprendere con grande precisione quali siano i suoi bisogni fondamentali, i valori e, di conseguenza, i probabili comportamenti futuri nei diversi ambiti della vita.

Appare quindi evidente come il Reiss Motivation Profile® diventi uno STRUMENTO IMPRESCINDIBILE in tutti i settori in cui sia necessaria una solida base motivazionale. A livello personale: per comprendere le scelte fatte in passato e pianificare correttamente gli obiettivi di Coaching. In azienda: per assumere la persona più adatta ad ogni ruolo e per massimizzare la soddisfazione e la produttività dei collaboratori già assunti. Per i ragazzi: quando si trovano davanti alla scelta degli studi universitari e della carriera futura, in modo che la decisione non sia un salto nel buio, ma tenga conto delle inclinazioni individuali.

Un test a risposta chiusa, e la sua successiva elaborazione, ci restituiranno un dossier ed un grafico estremamente precisi dell’insieme delle leve motivazionali dell’individuo e, durante la sessione di consulenza inclusa, si andranno ad analizzare nel dettaglio i bisogni “Caratterizzanti” e come questi abbiano influenzato ed influenzino i comportamenti e le scelte di vita dell’individuo profilato.

Come Reiss Motivation Profiler® sono in grado di supportarti nella scoperta delle tue personali leve motivazionali: contattami per maggiori informazioni su costi e modalità di erogazione.

Letizia Rosas

Visit us on social networks:

Visit us on social networks:

Copyright by Letizia Rosas PIVA 02649000904. All rights reserved.

Copyright by Letizia Rosas PIVA 02649000904. All rights reserved.